Badia Vecchia Messina

Badia vecchia suore del divino zelo via Cappuccini Taormina Messina telefono 0942-23210 Con l'autostrada A18 si esce al casello di Taormina si sale sulle pendici del Monte veneretta, nella periferia occidentale della cittadina, in direzione Castelmola. In treno si scende alla stazione di Taormina e si prosegue in taxi. Il nome del complesso monastico deriva dalla tradizione secondo la quale il nobile palazzo fu residenza della Madre Badessa Eufemia, che resse il Regno di Sicilia dal 1355 in poi per conto del fratello minore Federico Quarto, detto "il semplice". Dopo le soppressioni ottocentesche divenne carcere. Nel 1902 il canonico Francia, fondatore dell'ordine del divino zelo, riscattò la Badia elevandola a sede dell'ordine stesso. Una parte è adibita a scuola materna, l'altro a orfanotrofio antoniano e la foresteria è occupata dal liceo linguistico. La Badia a linee gotiche col influssi arabi e normanni, è costituita da tre ambienti di uguale superficie, decorati da un fregio marcapiano, con intarsi di pietra lavica e bianca, che divide il primo piano dal secondo. Merli decorano la parte superiore dell'edificio, rendendolo simile a un torrione fortificato. Messe feriali ore 7,20 e festiva alle ore 8,15. Si ricorda Sant'Antonio il 13 giugno. Ospitalità: due stanze riservate unicamente ai sacerdoti.