Certosa Di Santa Maria Di Pesio

Certosa di Santa Maria di Pesio. Missionarie della consolata localitÓ Certosa di Pesio San Bartolomeo Cuneo. Telefono 0171. 738123. Posta ai margini del parco naturale dell'alta Valle del Pesio, ad 850 m di altezza, in faccia alla Punta Marguareis, una delle cime pi¨ elevate delle Alpi marittime, nota per la sua pista di fondo, la Certosa di Santa Maria fu fondata dal monaco Don. Ulderico dell'ordine dei certosini di San Bruno. I certosini ne fecero un centro di attivitÓ agricole e artigianali e meta di pellegrinaggio. Nel 1802 i monaci furono cacciati da Napoleone. Nel 1840 la Certosa, dopo anni di abbandono, fu trasformata in stabilimento idroterapico, grazie alle acque termali della zona, frequentato dai protagonisti del Risorgimento e da i nobili del tempo. A partire dal 1990 lo stabilimento chiuse e solo nel 1984 arrivarono i missionari della consolata di Torino che vi aprirono un ospizio e un albergo. L'ingresso, che immette nell'imponente complesso Abbaziale, presenta un monumentale portale settecentesco sormontato da un aereo porticato barocco. Infinito il chiostro cinquecentesco, dalle eleganti colonnine romaniche, sul quale si affacciano le celle dei monaci, ciascuna con il proprio orticello, e dove sgorga la benefica sorgente d'acqua. La Chiesa dell'assunta risale al cinquecento ed Ŕ affrescata. Molto suggestivi anche i dintorni, immersi in una natura incontaminata, dove sono protagonisti, boschi, ruscelli e le vicine montagne. La Certosa Ŕ adibita all'animazione missionaria, a luogo di ritiro, di meditazione e di preghiera. Proprio per questo una delle celle Ŕ stata trasformata in deserto, ove raccogliersi in preghiera nella pi¨ completa solitudine. Le Messe sono celebrate nei giorni feriali e festivi. OspitalitÓ tutto l'anno nella forma di autogestione e di pensione completa per singoli, famiglie o gruppi giovanili. C'Ŕ anche un museo negozio dove sono esposti esemplari della panna, della flora e oggetti tribali provenienti dalle missioni africane o asiatiche alcuni di questi ultimi sono in vendita. Per arrivare a San Bartolomeo con l'autostrada A6 si esce al casello di mondový. Si prende la statale numero 564 fino a Chiuso di Pesio. In treno fino a Mondovi e poi un taxi o con autobus locali.