Monastero Di Santa Caterina Ascoli Piceno

Monastero di Santa Caterina monache benedettine Via Roma 29 Santa Vittoria in Matenano Ascoli Piceno telefono 0734-780132 Con l'autostrada A14 si esce al casello di Porto San Giorgio-Fermo e si continua con la statale numero 216 fino al bivio di Servigliano, dove si prende la provinciale per Santa Vittoria in Matenano. In treno si scende alla stazione di Porto Giorgio-Fermo e si prosegue con l'atobus di linea. Il Monastero risale al 990, successivamente subì distruzioni per cui venne ricostruito nel 1368. Le soppressioni ottocentesche lo spogliarono di ogni bene e ne deterioravano le strutture. Solo nel 1898 le monache poterono rientrare in possesso del fabbricato acquistandolo dal comune. Nella Chiesa si trovano: alcune tele di pregio risalenti al 17º e 18º secolo, un affresco del 15º secolo attribuito al maestro Ugolino di Vanne da Milano; un gruppo scultoreo raffigurante la "pietà" del 15º secolo. I fedeli possono partecipare alla celebrazione eucaristica, al canto delle lodi e dei vespri con la comunità. Una volta la settimana Cremona che guidano un centro di ascolto della parola divina aperto a tutti coloro che vogliono approfondire la Lectio Divina. Si festeggia Santa scolastica il 10 febbraio, San Benedetto il 21 marzo e l'11 luglio, Santa Vittoria martire romana i cui resti furono portati nella cittadina il 20 giugno e il 23 dicembre. Il Monastero è aperto alle specialità attraverso il suo "centro monastico di spiritualità di Santa Caterina". Vi sono raccolti gruppi ecclesiali organizzati per ritiri, esercizi spirituali incontri di preghiera. La comunità provvede al vitto e all'alloggio. Il Monastero per antica tradizione esercita l'arte della tassidermia (imbalsamazioni di animali), confeziona lavori ad ago e all'uncinetto.