Monastero Di Santa Grata

Monastero di Santa Grata monache benedettine di via arena 24 Bergamo telefono 035. 237069.
Le sue origini risalgono al terzo secolo, quando Grata raccolse le spoglie del martire Alessandro e le sistemò nei suoi poderi. L'anno 1026 fu quello della sua fondazione e dell'introduzione della regola di San Benedetto ad opera della Badessa Donna Officia, e fece ampliare il Monastero e costruire la Chiesa di Santa Grata. Una vita monastica fiorì fino al 18º secolo, nella piena osservanza della clausura Papale. Con la rivoluzione francese il Monastero venne chiuso, riaprendo solo non è 1817 con l'obbligo di istituire una scuola per le fanciulle della città. Scuola rimasta attiva fino al 1930, anno in cui fu reintrodotta la clausura papale in tutta la sua osservanza. Pubblicato sul bastione a mezzogiorno della città, a un cinquecentesco portale d'ingresso sormontato nel timpano dalla figura in arenaria di Santa Grata che regge con la destra il capo reciso di S. Alessandro e con la sinistra il plastico di Bergamo. All'interno si trovano il chiostro grande (seconda metà del 16º secolo), il secondo chiostro, la primitiva Chiesetta di Santa Maria vecchia, il refettorio con quadri del settecento. La Chiesa annessa al Monastero, è aperta ai fedeli ogni domenica e nelle solennità dell'anno liturgico. In occasione delle seguenti ricorrenze religiose si celebra, nel pomeriggio, una messa solenne: Santa scolastica il 10 febbraio, transito di San Benedetto il 21 marzo, Santa Grata, patrona del Monastero il 12 maggio, San Benedetto l'11 luglio. Per arrivare al Monastero di Santa Grata con l'autostrada A4 si esce al casello di Bergamo e si sale fino alla porta Sant'Agostino, si percorre il viale delle mura fino al vicolo Santa Grata. Con i treni si scende alla stazione della città da cui si prosegue con il bus numero uno.