Abbazia Di San Nicola Rodengo

Abbazia di San Nicola monaci benedettini olivetani Via Brescia 83 rodengo Brescia telefono 030-610182. Dell'Abbazia si ha notizia fin dal 10║ secolo, quale fondazione dell'abate oddone che a cluny aveva dato vita alla riforma monastica cluniacense. Verso il 1300 la fondazione francese si estinse. Seguirono anni bui in cui i fondi dell'Abbazia furono amministrati da un commendatario. Nel 1446 pass˛ agli olivetani e ritornarono nel 1969, dopo la soppressione del 1797 voluta da Napoleone e quella successiva imposta dal governo italiano. La Chiesa Abbaziale ha una facciata quattrocentesca, mentre all'interno ha una struttura barocca impreziosita da dipinti e sculture settecentesche. Splendido Ŕ il coro ligneo dell'abside con intarsi (1480). Vi sono tre chiostri monumentali. Il chiostro della cisterna, tipicamente olivetano, pi¨ tardi modificato nelle bellissime forme manieriste attuali. Il chiostro grande, cinquecentesco, Ŕ il pi¨ imponente, grazie agli archi e al piano terra e al piano superiore. Il chiostro pi¨ antico risale alla metÓ del quattrocento. Salendo la scala di rappresentanza si entra nella galleria che si estende per 106 m e su cui si affacciano circa 30 celle monastiche. Vi sono due musei: uno del ferro, a cura della corporazione Brusafer Franciacorta a cui fanno parte gli artisti del ferro battuto; l'altro di mineralogia (attualmente chiuso). ╚ attivo il centro storico olivetano ed Ŕ aperta al pubblico la ricca biblioteca. Funzioni legate alla regola monastica olivetani, a cui possono assistere tutti i fedeli. Dal 1970 si Ŕ costituita l'associazione amici dell'Abbazia con lo scopo di promuovere la valorizzazione della Badia secondo lo spirito benedettino. Si festeggia San Benedetto il giorno 21 marzo e il giorno 11 luglio. Per arrivare all'Abbazia di San Nicola con l'autostrada A4 si esce al casello di Ospitalietto. Si continua per Rodengo, attraversando la Franciacorta 12 km. In treno si scende alla stazione di Brescia, da cui partono gli otto pullman di linea e i taxi.