Abbazia Di San Giovanni Evangelista

Abbazia di San Giovanni Evangelista monaci benedettini sublacensi Piazzale San Giovanni Evangelista 1 Parma telefono 0521-235592
Con l'autostrada A1 si esce al casello di Parma e si raggiunge il centro storico della città. In treno si scende alla stazione e si prosegue a piedi. Posta vicino al Duomo, fu fondata intorno al mille. Restaurata nel seicento, dopo la soppressione voluta dai francesi fu trasformato in caserma. Ritornato in possesso dei benedettini, è stata restaurata e ha consolidato i suoi legami storici con l'Abbazia di Torrechiara (monastero di Santa Maria della neve), sulla dipendenza fin dal 1491. La Chiesa, con facciata barocca, con il campanile, risale a prima del 1000. Vi si trovano, nell'interno la croce latina, nella cupola la visione di San Giovanni Evangelista e nel transetto sinistro S. Giovanni scrive l'apocalisse, affreschi del Correggio. Presso il chiostro cinquecenteschi: il primo con colonnine ioniche; il secondo con un portale a due bifore che immette nella sala capitolare; il terzo, detto di San Bernardo, vicino all'orto. La biblioteca è a tre navate, con l'affresco della battaglia di Lepanto. I fedeli possono prendere parte a cena espressa richiesta alla liturgia dei monaci. Si festeggia San Benedetto il 21 marzo e l'11 luglio. Sono ospitati i singoli (uomini) interessati a partecipare attivamente alla vita monastica. Alle spalle della Abbazia vi è la farmacia (aperta nei giorni feriali dalle ore 9.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18; in giorni festivi dalle 9.00 alle 13.00 lunedì chiuso) fondata nel nono secolo, con tre sale affrescate, mobili d'epoca, 192 vasi da farmacia di ceramica nel 15º 16º secolo. Qui sono in vendita gli unguenti antireumatici e per scottature, colluttori, tisane, preparati in base alle antiche ricette dei monaci.