Abbazia Di Nonantola

Abbazia di Nonantola parrocchia diocesana Piazza Abbazia Nonantola Modena telefono 059-549053
Con l'autostrada A1 si esce al casello di Modena nord e si imbocca la statale numero 255 fino a Nonantola per 12 km. In treno si scende alla stazione di Modena e si continua con un autobus locale. Fu fondata da Sant'Anselmo, cognato di Astolfo Re dei Longobardi, nel 752. Appartenuta poi ai Benedettini e a Cistercensi (1514), raggiunse nel Medio Evo grande ricchezza e fama. Un centro culturale e politico. Nel 15 secolo ebbe una propria tipografia, dove nel 1480 venne stampato il celebre breviario romano adorno di xilografie. Vicino all'Abbazia vi sono: il seminario, fondato nel 1560 da San Carlo Borromeo, e la pieve di San Michele Arcangelo. L'Abbazia, sottoposta a restauro agli inizi degli anni 90, oggi sede parrocchiale. La Chiesa Abbaziale, nelle sue forme romanico lombarde, risale al 12 secolo. Il portale ornato da rilievi della scuola di Wiligelmo (1121). Nell'interno, a tre navate, con presbiterio sopraelevato sull'arte critica, vi un politico di Michele di Matteo (1460). Nel tesoro si conservano: codici indignati, reliquiari del 10 e 12 secolo e paramenti sacri. Mentre nell'archivio si trovano pergamene di eccezionale importanza. Le Sante Messe sono celebrate nei giorni feriali alle ore 7.30 e alle ore 9 in giorni festivi alle ore 7.30-11.15-17.30-18.30. Si festeggia Santa Anselmo fondazione dell'Abbazia il 1 maggio; esaltazione della Santa Croce il 14 settembre; San Silvestro il titolare dell'Abbazia il 31 dicembre.