Oggi è Mercoledi' 7 Dicembre 2022
- S. Ambrogio vescovo -


Preghiera alla Beata Vergine di Bonora

 

O Vergine amabilissima di Bonora,

che siete venerata

come Madre della Divina Grazia

nel Santuario della Cella,

in Voi noi confidiamo,

in Voi,

riponiamo le più care speranze.

Nel volto e nell'atteggiamento

con cui vi presentate al nostro sguardo

è tanta dolcezza,

tale soavità,

che ci pare ne venga un materno invito:

Venite,

venite a me con fiducia o miei figli,

ed io vi stringerò con Gesù fra le mie braccia.

Venite a me voi tutti che soffrite,

voi tutti che piangete ed io vi consolerò;

venite a me voi tutti

che vi desolate per le condizioni di salute

di una persona cara:

non sono io la Consolatrice degli afflitti,

la salute degli infermi?

E a me venite voi tutti

che non sapete rassegnarvi

alla perdita di una persona adorata,

di una madre, di un figlio,

di uno sposo: non sono io la Madre dei dolori,

la Regina dei Martiri?

Così voi c'invitate, o Maria;

noi accettiamo il vostro invito

ed inginocchiati

innanzi alla vostra Immagine

imploriamo aiuto e conforto.

Dateci, Vergine Santa la fiducia e la pace;

otteneteci il perdono dei peccati,

la perseveranza nel bene e nella virtù;

fate che abbiamo a restare

sempre fra le vostre braccia, con Gesù,

stretti a Gesù,

e che al vostro cuore attingiamo

quella fede e quell'amore

che sono pegno della vita eterna in Paradiso.

Così sia.





O Vergine amabilissima di Bonora,

qui venerata come Madre della Divina Grazia,

in Te noi confidiamo,

in Te poniamo le nostre più care speranze!

E davvero nel volto,

come ti presenti allo sguardo,

c'è tanta tenerezza

che maternamente ci invita:

''Venite a me con fiducia figli miei,

vi stringerò con Gesù fra le mie braccia.

Voi tutti che soffrite, voi tutti che piangete:

io vi consolerò.



Chi è turbato per l'ammalarsi

di una persona cara:

non sono io la Consolatrice degli afflitti,

la Salute degli infermi?

Chi si sente abbandonato, perseguitato, deriso.

Chi soffre interiormente.



Chi non può rassegnarsi

alla perdita di una persona amata:


una madre, un figlio, uno sposo...

Non sono io la Madre dei dolori,

la Regina dei martiri?

Gesù mi ha data a voi come Madre, sul Calvario''!

Così Tu ci inviti o Maria.

E noi ai tuoi piedi imploriamo aiuto e conforto.

Do
naci, Vergine Santa, pace e fiducia;

perseveranza nel bene.

Disponici al perdono.

Fa' che restiamo stretti a Gesù.

E che al tuo cuore attingiamo fede ed amore;

che sono Vita eterna e Paradiso.


MADRE DELLA DIVINA GRAZIA

SANTUARIO DI BONORA

MONTEFIORE CONCA (Rimini)

Condividi Preghiera alla Beata Vergine di Bonora

519 pregano insieme a te