Preghiera a San Giovanni Bosco

Orazione per ottenere qualche grazia

Bisognoso di particolare aiuto, a Voi ricorro con grande fiducia, o glorioso Don Bosco. Mi occorrono grazie spirituali per fuggire sempre il peccato e perseverare nel bene fino alla morte. Ma mi occorrono anche grazie temporati e specialmente... (si nomina la grazia che maggiormente si desidera).
Voi che foste così devoto di Gesù Sacramentato e di Maria Ausiliatrice, e così compassionevole delle umane sventure, ottenetemi da Gesù e dalla sua Celeste Madre la grazia che Vi domando e una grande rassegnazione al volere di Dio. Pater, Ave, Gloria.

Vi concediamo 200 giorni d'indulgenza a chi recita questa preghiera.

Torino, 12 gennaio 1934.



O San Giovanni Bosco,
che foste sempre così compassionevole delle umane sventure,
riguardate a noi tanto bisognosi del vostro soccorso.
Fate discendere sopra noi e sulle nostre famiglie
le materne benedizioni di Maria Ausiliatrice;
otteneteci quelle grazie spirituali e temporali
che ci sono necessarie:
intercedete per noi in vita e in morte,
onde possiamo cantare in eterno
le divine misericordie nel bel Paradiso.
Così sia.


O San Giovanni Bosco,
quando eravate su questa terra,
non c'era persona che non ricorresse a voi,
senza essere da voi benignamente accolta, consolata ed aiutata.
Ora in cielo, dove la carità si perfeziona,
oh quanto il vostro gran cuore deve ardere d'amore verso i bisognosi!
Ebbene guardate la mia presente necessità ed aiutatemi
ottenendomi dal Signore (si nomini ciò che si desidera).
Anche voi in vita avete provato le privazioni, le malattie,
le contraddizioni, le incertezze dell'avvenire, le ingratitudini,
gli affronti, le calunnie, le persecuzioni...
e sapete che cosa è il soffrire...
Deh!, dunque, o San Giovanni Bosco, volgete benigno a me
il vostro sguardo e ottenetemi da Dio quanto domando,
se è vantaggioso per l'anima mia; se no, ottenetemi qualche
altra grazia maggiormente utile per me,
e una figliale conformità al divino volere in tutte le cose,
insieme con una vita virtuosa e una morte santa.
Così sia.


O insigne benefattore della umanità,
sostegno degli infelici,
consolatore degli oppressi,
speranza dei carcerati,
a te ricorriamo nei nostri bisogni.
E' grande il tuo merito presso Dio,
forte la premura di renderci felici.
Liberaci tutti da pubbliche e private calamità;
ma particolarmente impetraci da Dio
la liberazione delle anime nostre da ogni colpa,
fa che noi usciamo dalla schiavitù del peccato,
che viviamo nell'osservanza della divina legge,
e nella pratica di tutte le virtù;
acciò meritiamo la felicità di godere con te
la pace dei giusti.
Così sia.


O San Giovanni Bosco,
amico delle anime,
a Voi raccomando la salvezza dell'anima mia.
Voi che aveste un palpito di carità
per tutti gli umani bisogni,
ottenetemi da Dio, ve ne prego,
la grazia... (esporre...) che tanto mi sta a cuore.
A me e a tutti i miei cari
impetrate la pace delle spirito,
la conformità ai divini voleri
e la perseveranza nel bene.
Così sia.
Pater, Ave, Gloria.