Orazione a San Giuseppe

A Voi, o beato Giuseppe,
nella nostra tribolazione ricorriamo
e dopo d'aver implorato l'aiuto della vostra santissima Sposa,
anche il vostro Patrocinio fiduciosi invochiamo.
Deh! per quella carità che Vi strinse all'Immacolata
Vergine Madre di Dio,
e per l'amore paterno con cui abbracciaste
il fanciullo Gesù,
riguardate ve ne preghiamo,
con occhio benigno all'eredità
che Gesù Cristo acquistò col Suo Sangue
e col vostro potere e aiuto
sovvenite ai nostri bisogni.
Proteggete, o provvido Custode della divina Famiglia,
l'infetta prole di Gesù Cristo;
allontanate da noi, o Padre amatissimo,
ogni peste di orrori e di vizi;
propizio dal Cielo assisteteci,
o nostro fortissimo protettore,
in questo combattimento contro la podestà delle tenebre,
e come un tempo campaste
dall'estremo pericolo della vita il pargoletto Gesù,
così ora difendete la santa Chiesa di Dio
dalle insidie nemiche e da ogni avversità;
e sopra ciascuno di noi
stendete ognora il vostro Patrocinio,
acciocchè a vostro esempio
e col vostro soccorso
possiamo virtuosamente vivere pienamente,
morire e conseguire
la eterna beatitudine in Cielo.
Così sia.

Indulgenza di 7 anni e 7 quarantene ad ogni recita di questa orazione.
(S.P. Leone XIII, 15 Agosto 1889)